Aumento del desiderio femminile cause

Ad influenzare la sessualità femminile, non sono solo le fluttuazioni ormonali ma anche i contesti in cui la donna vive, il tessuto socio-culturale che frequenta e il grado di sintonia instaurato con il proprio partner. Queste variazioni sono notevolmente condizionate dal ciclo metruale anche se dipendono anche dall’età, dalla predisposizione genetica e dallo stato psicofisico. Così, gli sbalzi d’umore, il grado di piacere, il desiderio femminile provato in un rapporto subiscono con incidenza, gli effetti delle fasi ormonali.

Eccessivo desiderio femminile

Molto spesso, si è soliti parlare di desiderio sessuale femminile associandolo a disturbi eccessivi quali la “ninfomania” o la “frigidità”. Pochi analizzano la normale situazione della donna sensibile agli stimoli sessuali come un uomo, stimoli che si amplificano nella fase dell’ovulazione. Gli studiosi sostengono che è impossibile provare eccitazione senza aver prima ottenuto una carica di desiderio. Molte donne non avvertono il desiderio e quindi non fanno nulla per soddisfarlo. Seguendo la teoria di Freud, questo potrebbe essere dovuto alla mancanza del pene, che comporta la perdita di interesse nella sessualità. Un eccessivo desiderio sessuale, fin dai tempi di Galeno era associato alla “ninfomania”: il furore uterino era visto come una grave patologia che causava l’infedeltà della donna, il rifiuto alla maternità.

Tutto il contesto è influenzato da pregiudizi e sul ruolo della donna ben definito. Pertanto, se prma era consierata deviazione sessuale , in tempi più recenti è stata definita disturbo essuale, fino a perdere fondamento ai giorni nostri. Un eccessivo desiderio può essere associato ad un problema solo all’apparenza sessuale: può trattarsi di un’ansia eccessiva, di un incontrollata gestione degli impulsi o di rancore serbato verso il parner. Il desiderio femminile dunque resta comunque un enigma.

Aumento del desiderio femminile in menopausa

In campo psicoterapeutico, è stato analizzato un campione di donne ina fase post-menopausale: il calo di estrogeni e l’aumento degli androgeni aumentano lo stimolo del desiderio sessuale, la libido. Spariscono anche le preoccupazioni connesse al rischio di gravidanze indesiderate e il fastidioso ciclo mestruale. Per cui niente più ansie. Ovviamente, è utile avvalersi di una specifica consulenza sessuale che possa far affrontare al meglio questi cambiamenti alla coppia e vivere con serenità la sessualità.

Troppo testosterone nelle donne

Il testosterone è il principale ormone maschile, prodotto anche nelle donne, seppur in minima quantità, secreto dalle ghiandole surreali e dalle ovaie.
Livelli troppo alti di testosterone nelle donne causano problemi tipicamente maschili, come crescita di peli, cadita dei capelli. Ma la disfunzione delle ghiandole endocrine, causa ulteriori fattori come un ciclo mestruale irregolare, la sindrome dell’ovaio policistico, acne.

Per una corretta analisi occorre rivolgersi al proprio medico e valutare insieme una terapia ormonale sostitutiva al fine di aumentare i livelli di estrogeni.
Un’iper produzione di testosterone può comportare cause endogene e tumori, ma quest’ultimo è un caso molto raro. Per la cora, normalmente, l’endocrinologo prescrive la conosciutissima pillola anticoncezionale che risulta essere efficace per contrastare la sindrome dell’ovaio policistico. In alternativasi possono assumere medicinali antiandrogeni, ma sempre sotto prescrizione medica.
In campo sessuale l’aumento di testosterone acuisce il desiderio, specie in menopausa ed in gravidanza.

Ormoni sessuali femminili: quali sono?

Gli ormoni sessuali seguono un ciclo ripetitivo di 28 giorni: nella prima metà vengono prodotti gli estrogeni che aiutano l’ovulo a maturare fino alla sua espulsione, nella seconda, che segue l’ovulazione, il progesterone prepara l’utero all’impianto, assicurando lo sviluppo delle ghiandole mammarie. Se non c’è fecondazione, la rottura dell’endometrio provoca il sanguinamento mestruale.Gli ormoni aumentano il desiderio sessuale. Anche se gli estrogeni definiscono l’identità femminile sono gli androgeni che innescano il desiderio.

Ormoni androgeni nelle donne

Questi sono presenti in larga dose nell’organismo femminile per regolare la funzione sessuale. Oltre ad essi, a modulare la spinta sessuale contribuiscono il progesterone ed i progestinici, presenti nelle pillole contraccettive.  Con l’età, il livello di androgeni si abbassa, specie quello di testosterone, contribuendo a ridurre il desiderio sessuale. Tuttavia, ancora non è ben definito il livello di testosterone al di sotto del quale vi è un disturbo della funzione sessuale.

Desiderio sessuale rimedi

Leggi gli articoli informativi che fanno luce sui classici rimedi al calo del desiderio, ma anche ai consigli che settimanalmente la redazione di DesyUP inserirà nella categoria dedicata ai rimedi:

 

Approfondimenti accademici

Disturbi del desiderio sessuale nella donna

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarica GRATIS la guida facile

alla Connessione Erotica


Invalid email
This field is required.

This field is required.

This field is required.
Complimenti! Controlla la tua email, riceverai a breve il tuo coupon sconto da spendere su DesyUP