mancanza di desiderio nell’uomo

Il problema della mancanza del desiderio nell’uomo rimane uno degli aspetti di una certa importanza nella sessualità sia del singolo individuo che di coppia. Mentre infatti per la donna l’ambito dell’eccitazione e dell’erotismo è più articolato, nel caso dell’uomo ancora oggi gli aspetti collegati alla sfera sessuale appaiono molto lineari: eccitazione vuol dire avere un erezione e quindi poter eseguire un rapporto fisico, e quindi se ciò non accade allora si ha un problema.

Sembra che per le donne comprendere il motivo che sta alla base di una mancanza di desiderio del proprio uomo sia di vitale importanza, per dare risposte a dubbi come: Perchè mio marito mi rifiuta sessualmente? Perchè il mio uomo non mi tocca? Perchè mio marito non mi guarda più?.

Gli studi e le osservazioni riguardante la sfera della sessualità maschile dimostrano che il concetto di desiderio non è così semplice, e che anche nella mente dell’uomo si sviluppano dei meccanismi che generano l’eccitazione e quindi la reazione fisica allo stesso (desiderio corporale). E’ importante quindi considerare per prima cosa proprio il concetto di eccitazione, identificata come un emozione simile a quella del desiderio che prevede una serie di reazioni fisiche. Quella sessuale quindi nasce dal desiderio e comporta sia una percezione dal punto di vista fisico, che da quello mentale.

Quando quindi si parla di mancanza del desiderio, si deve far riferimento a situazioni che possono andare ad influenzare l’eccitazione e il desiderio sessuale, generando quindi delle difficoltà nel rapporto fisico. Tale problematiche possono essere di nature fisiologica oppure psicologica.

Tra i fattori di natura fisiologica che determinano la mancanza di desiderio nell’uomo, si annoverano eventuali malattie, la disfunzione erettile o la difficoltà ad eiaculare. Inoltre situazioni come, il sovrappeso, basso livello di testosterone e età possono inevitabilmente influenzare il desiderio.

Una volta che si è verificato che le cause non sono di tipo fisiologico, allora possono essere più profonde e collegate a una situazione personale e quindi psicologica. In questo caso si possono annoverare, situazioni di stress, fattori ambientali come l’utilizzo di alcol problemi nelle relazioni interpersonali, difficile educazione sessuale, problemi in infanzia.

E’ importante distinguere anche tra la mancanza di desiderio nell’uomo che non è impegnato in nessun tipo di relazione, da quello invece che si può verificare in una coppia che da tempo è fidanzata o sposata. I fattori in questo caso sono molto differenti soprattutto nelle coppie. Una volta messa da parte un problema di tipo fisiologico, si fa riferimento a problematiche legate alla vita quotidiana. Basta considerare che una recente ricerca ha dimostrato che in Italia, le coppie che stanno insieme da più di un anno, fanno sesso meno di una volta a settimana. Troppo poco per mantenere il livello di desiderio alto.

Calo desiderio uomo 40 anni

Perchè cala il desiderio sessuale nei quarantenni? Fisiologicamente il meccanismo dell’eccitazione è collegata alla quantità di testosterone che come ormone influenza tra le altre cose anche la capacità di erezione del pene. Con l’avanzare dell’età, la quantità di questo ormone tende a diminuire, influenzando quindi anche la sfera sessuale. Il desiderio però non è solo collegato un ambito fisiologico, ma anche alla sfera psichica. Quindi vi sono tutta una serie di situazioni che possono influenzare il calo del desiderio, come la routine quotidiana, la mancanza di fantasia nei rapporti sessuali, l’eventuale stress lavorativo e la mancanza di tempo e spazio per la propria sessualità. Spesso infatti una coppia sposata prevede la presenza di bambini in casa che rendono difficile il poter dedicarsi alla propria sessualità.

Calo desiderio maschile 30 anni

Perchè cala il desiderio sessuale nei trentenni? Negli ultimi anni, si è evidenziato anche un calo del desiderio in soggetti nel pieno della loro maturità fisica. L’età dei trent’anni infatti si colloca in un momento di grande importanza per la sessualità dell’uomo. Gran parte delle nuove coppie si sposa tra i 35 e i quarant’anni, affrontando quindi l’esperienza di una gravidanza e di un figlio. I fattori che spesso influenzano il desiderio non sono quelli fisiologici, ma per lo più legati alla sfera psichica, come stress, calo dell’eccitazione dovuta alle fasi successive alla gravidanza, poco tempo a disposizione per il sesso. Una ricerca ha dimostrato che le coppie sposate per problematiche differenti a volte fanno sesso solo un paio di volte al mese, troppo limitato per mantenere vivo il desiderio.

Calo del desiderio uomo 50 anni

Perchè cala il desiderio sessuale nei cinquantenni? Il testosterone in maniera naturale diminuisce con una perentuale annua costante una volta superata la soglia fisica dei quaranta anni. Il fattore quindi che influisce sul calo del desiderio in questo caso è fisiologico, anche se ovviamente le condizioni variano in base al soggetto e allo stile di vita effettuato negli anni precedenti. Per esempio una persona che ha sempre mantenuto una certa cura per il corpo potrà avere un calo del desiderio minore rispetto a un soggetto in sovrappeso, fumatore e bevitore. Vi è comunque da considerare che il calo è naturale e quindi fisiologico. Importante quindi controllare ogni due o tre anni il livello del testosterone.

Come aumentare il desiderio maschile

In caso di calo del desiderio si deve considerare quale sia la causa che determina la diminuzione dell’eccitazione. Una volta riscontrata una difficoltà è quindi importante effettuare una visita da un medico specialista per trovare una soluzione giusta ed efficace per ottenere un aumento del desiderio sessuale. Se vi sono cause di tipo fisiologico, sarà il caso di seguire la cura prescritta dal medico, e eliminare i fattori che contribuiscono al calo del desiderio. Lo stesso vale se vi sono aspetti psicologici che influenzano la sfera sessuale. Il consiglio del medico è fondamentale. Vi è poi la possibilità di eseguire attività fisiche specifiche, o utilizzare integratori vitaminici e sostanze specifiche che hanno la finalità di poter ripristinare il desiderio. E’ naturale che risolvere un problema fisico per certi aspetti è più semplice rispetto al curare un comportamento psicologico. Il sostegno di una persona qualificata è importante, come anche la comunicazione all’interno della coppia.

Calo del desiderio maschile testosterone

Il desiderio sessuale, si basa su un meccanismo che permette di far interagire una serie di fattori che portano all’eccitazione. Si parte dal cervello, con l’interazione della corteccia che influenza la produzione di sostanze tra le quali l’ormone del testosterone che implica l’erezione del membro. Il calo del desiderio è fisiologico, perché collegato a una diminuzione naturale di tale ormone che dai quarat’anni in su inizia a essere prodotto anno per anno in minore quantità. A questo si aggiungono anche fattori fisiologici, come potrebbero essere malattie cardiovascolari, obesità e sovrappeso o patologie collegate l’erezione e l’eiaculazione e fattori psicologici.

Desiderio sessuale rimedi

Leggi gli articoli informativi che fanno luce sui classici rimedi al calo del desiderio, ma anche ai consigli che settimanalmente la redazione di DesyUP inserirà nella categoria dedicata ai rimedi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarica GRATIS la guida facile

alla Connessione Erotica


Invalid email
This field is required.

This field is required.

This field is required.
Complimenti! Controlla la tua email, riceverai a breve il tuo coupon sconto da spendere su DesyUP